Anglesite


Classe Solfati
Sistema cristallino Rombico
Formula chimica Pb (SO4)
Durezza 3
Densità 6,3
Sfaldatura Facile
Frattura Concoide
Colore Incolore (allocromatica)
Colore della polvere Bianco
Lucentezza Da adamantina a grassa
Fluorescenza Gialla

 

Già conosciuto in precedenza, pur senza avere un nome specifico, questo solfato di piombo venne chiamato così nel 1832 dal mineralogista francese Francois Sulpice Beudant in riferimento alla località di provenienza, l'isola di Anglesey, nel Galles. I minatori lo chiamavno anche vetro di piombo o vetriolo di piombo per l'aspetto dei suoi cristalli. Il termone generico "vetriolo" era infatti usato per indicare quei sali dell'acido solforico caratterizzati dall'aspetto vetroso.
Sistema: rombico
Aspetto: Cristalli prismatici ad abito tozzo o tabulare, raramente bipiramidati, incolori ma anche bianchi, grigi, verdi, bruni o neri per inclusioni di galena non alterata, eccezionalmente verde smeraldo o violacei; incrostazioni pulverulente; aggregati granulari nodulari e reniformi a struttura concentrica e contenenti, talora, un nucleo di galena.
Proprietà fisiche: Semidura, molto pesante, molto fragile e perfettamente sfaldabile; traslucida o trasparente con lucentezza adamantina tendente a grassa; polvere incolore; frequentemente fluorescente ai raggi ultravioletti, con emissione di luce gialla. Fonde molto facilmente decrepitando durante il riscaldamento; solubile con difficoltà in acido nitrico, al contrario della cerussite, che sviluppa vivace effervescenza.
Ambiente di formazione: Tipico prodotto di alterazione della galena nella zona di ossidazione dei giacimenti minerari di piombo associato ad altri minerali quali galena, cerussite, sfalerite, smithsonite, emimorfite, ossidi di ferro e, talora, fosgenite; in casi molto rari può trovarsi come prodotto di sublimazione diretta di vapori vulcanici.
Località: I più bei cristalli provengono da Tsumeb (Namibia), dalla Germania e dall’Arizona. Discreti quelli provenienti dal Galles dall’Isola di Anglesey , località dove l’anglesite è stata descritta per la prima volta e da cui ha preso il nome. Masse discretamente importanti si trovano in Germania, a Montevecchio (Sardegna), in Spagna. Celebri, ma molto rari, i cristallini trasparenti verdi, impiantati su galena, di Montevecchio e quelli splendidi, prismatici, nerastri, bianchi, gialli, di Monteponi (Sardegna). Caratteristici i cristalli ricoperti di zolfo di Los Lamentos (Messico).
Usi: Minerale di piombo che viene avviato agli impianti di concentrazione annessi alle miniere con gli altri minerali ossidati; interessante anche dal punto di vista giacimentologico, mineralogico e collezionistico.

 

Catalogo >>

Schede >>

 

<< Previous Next >> Next >>

Home