Calcopirite


Classe Solfuri
Sistema cristallino Tetragonale
Formula chimica

CuFeS2

Durezza 3,5-4
Densità 4,2-4,3
Sfaldatura Assente
Frattura Concoide
Colore Giallo-verdastro
Colore della polvere Giallo-verdastro
Lucentezza Metallica
Fluorescenza Assente

 

La calcopirite che solo raramente si trova in cristalli ben formati, di un colore giallo ottone. Il nome, usato per la prima volta nel 1725 e derivato dal greco calcos (bronzo, rame), significa “pirite di rame”, in allusione alla sua composizione chimica. Ben noto a greci e romani, era ed è tuttora, grazie alla sua diffusione, uno dei più importanti minerali utili di rame, sebbene questo elemento non vi sia contenuto in quantità particolarmente abbondanti.
Caratteristiche: La calcopirite è un solfuro che cristallizza nel sistema tetragonale, raramente in cristalli con abito pseudotetraedrico, di solito in masse compatte o microgranuli di colore giallo ottone tendente al verdastro spesso con patine iridescenti e lucentezza metallica. Sono inoltre frequenti i geminati lamellari. Si tratta di un minerale semiduro, scalfibile facilmente con la lama di un temperino; in questo modo è possibile distinguerlo dalla pirite, molto più dura. E’ pesante, fragile, privo di sfaldatura, opaco alla luce. La sua polvere ha un colore grigio verdastro, altra caratteristica che la distingue dalla pirite, la cui polvere è invece quasi nera.
Come tutti i minerali contenenti rame, la calcopirite polverizzata dà alla fiamma del gas un’intensa colorazione verde. Spesso è alterata con formazione di patine verdi di malachite, oppure di patine rosso-bruno scure di ossidi e idrossidi di ferro.
Origine e giacimenti: La calcopirite è u tipico minerale di genesi filoniana; si forma cioè in seguito al consolidamento dei fluidi magmatici residui in rocce di tipo granitico e pegmatitico. E’ speso associata a sfalerite, pirite , pirrotina e minerali di nichel. I cristalli più belli di calcopirite, che possono raggiungere al massimo la lunghezza di 2 cm., provengono dalla Savoia. Masse industrialmente importanti sono state scoperte negli Stati Uniti, in Canada, in Cile, in vari Paesi Africani e a Cipro. In Europa importanti i giacimenti in Russia, Svezia, Norvegia, Spagna, ex Jugoslavia e Germania.
In Italia è molto noto un giacimento ormai esaurito, quello di Montecatini (Pisa). I giacimenti principali sono però quello di San Valentino in Predoi (Bolzano), Alagna Valsesia (Vercelli), Campiglia marittima (Livorno) e Funtana Rapinosa (Nuoro).
Usi: La calcopirite è uno dei principali minerali di rame, non perché sia particolarmente ricco di questo elemento (ne contiene al massimo il 30 – 35% contro 80-85 % della cuprite) ma perché è il più diffuso. Si calcola che circa l’80% della produzione mondiale di rame derivi dal trattamento di calcopiriti. Sono importanti anche i suoi sottoprodotti, rappresentati da argento ed oro.

 

Catalogo >>

Schede >>

 

<< Previous Next >> Next >>

Home