Cassiterite


Classe Ossidi
Sistema cristallino Tetragonale
Formula chimica

SnO2

Durezza 7
Densità 6,8-7,1
Sfaldatura Imperfetta
Frattura Concoide
Colore Da giallognolo a nerastro
Colore della polvere Da giallastro a bianco
Lucentezza Adantina
Fluorescenza Assente

 

Anche se il suo nome (dal greco kassiteros, cioè stagno) è stato introdotto dal mineralista francese Beudant solo nel 1832, la cassiterite era già nota più di 5000 anni fa, durante l’età del bronzo. Si tratta infatti del più importante minerale in grado di fornire lo stagno, che insieme al rame è appunto necessario per ottenere il bronzo.
Caratteristiche: La cassiterite è chimicamente costituita da biossido di stagno, contenete circa l’80% di metallo. Nel minerale sono spesso presenti anche piccole quantità di ferro ed elementi rari, come il tantalio e il niobio.
I cristalli, somiglianti nella forma a quelli del più comune rutilio, appartengono al sistema tetragonale e sono generalmente prismatici tozzi, talvolta bipiramidati, meno sovente molto allungati e sottili, con le facce del prisma striate verticalmente. I geminati sono frequenti, soprattutto sopratutto quelli originati dal contatto delle facce della bipiramide, da cui si ottiene la caratteristica forma con angoli rientranti che, a causa della loro somiglianza con l’incavo di un becco di uccello, sono chiamati “geminati a becco di stagno”. Oltre che in cristalli distinti, la cassiterite si presenta anche sotto forma di ciottoli arrotondati o di masse a forma di fagiolo o di acino d’uva, talora con struttura fibroso-raggiata, che per il colore e l’aspetto ricordano il legno (sono infatti chiamati “legno di stagno”).
In cristalli la cassiterite è caratterizzata da una lucentezza adamantina. Può essere trasparente o traslucida. E’ variabile nel colore, tendenzialmente giallognolo o bruno fin quasi nero. La cassiterite manca di sfaldatura evidente ed è molto dura e pesante.
Origine e giacimenti: La cassiterite si trova soprattutto in giacimenti di tipo pegmatico o associati a particolari rocce magmatiche intrusive chiamate greisen , ricche di minerali fluoriferi quali topazio, fluorite e mica zinnwaldite.
Splendidi esemplari cristallizzati provengono dalla Germania e dalla Boemia. Buoni esemplari provengono dalla Bolivia e dal Portogallo.
In Italia la cassiterite è molto rara, minuscoli cristalli si trovano nel granito di Baveno e dell’Isola d’Elba; piccole masserelle dall’alto Adige.

Catalogo >>

Schede >>

 

<< Previous Next >> Next >>

Home