Crisocolla


Classe Silicati
Sistema cristallino Rombico o monoclino
Formula chimica

CuSiO3 . nH20

Durezza 2-4
Densità 2-2,4
Sfaldatura Assente
Frattura Concoide
Colore Verde-azzurro
Colore della polvere Bianco-verdognolo
Lucentezza Da vitrea a cerea
Fluorescenza Assente

 

La crisocolla è un minerale di colore variabile dal verde all'azzurro intenso, in genere troppo tenero per essere utilizzato come gemma; nei gioielli, pertanto, vengono impiegate delle varietà in cui la crisocolla è in intima associazione con il calcedonio o il quarzo, che ne migliorano alcune caratteristiche fisiche, tra cui la tenacità e la durezza. Il nome 'crisocolla' deriva dalle parole greche hrusos (oro) e koìla (colla) a causa della sua somiglianzà con vari materiali utilizzati nell'antichità per la saldatura dell'oro.
Le caratteristiche
La crisocolla è in gran parte una miscela amorfa di vari silicati di rame e silice idrata, contenente diverse impurità quali allumina, ossidi di rame e ossidi limonitici; per questo motivo il colore del minerale, tipicamente blu-azzurro o verdastro, può divenire più scuro, fino ad assumere toni bruni. Si trova in concrezioni compatte, più raramente in ammassi criptocristallini con strutture finemente raggiate o globose, oppure in microscopici cristalli aciculari, con ogni probabilità rombici o monoclini, spesso associati ad azzurrite o malachite. La lucentezza dell'aggregato traslucido varia da terrosa a cerea, fino a vitrea quando si rileva una più alta percentuale di silice. Fragile e tenero, il minerale ha durezza variabile da 2 a 4 secondo la scala di Mohs. A differenza della turchese, alla quale può assomigliare, la crisocolla si ricopre di un residuo giallastro sulla superficie dopo essere stata immersa nell'acido cloridrico.
Orìgine e giacimenti
Presente soprattutto nelle zone di ossidazione delle porzioni superficiali dei giacimenti di rame, la crisocolla si forma inizialmente come un gel che contiene silice, acqua e rame. Diffusa nel mondo, si trova in grandi ammassi in Cile, negli stati del Nevada, New Mexico e Arizona (Stati Uniti), nello Zaire, nella Repubblica Popolare del Congo, in Gran Bretagna e in Russia. In Italia questo minerale è stato scoperto ai margini del ghiacciaio di Predarossa, nella Valle di Masino (Sondrio), a Campiglia Marittima, in provincia di Livorno, e sulle montagne dei Monzoni in Val di Fassa (Trento).
II taglio
La crisocolla viene tagliata prevalentemente a cabochon; quest'ultimo può avere superficie liscia o recare piccole figure in intaglio.
Gemme simili
In ambito gemmologico è nota una miscela naturale di crisocolla, turchese e pseudomalachite, in diverse percentuali, chiamata pietra di Eilat e proveniente dall'omonima città nel Golfo di Aqaba, sul Mar Rosso settentrionale. Tanto la crisocolla nelle sue varietà particolarmente silicee, quanto la pietra di Eilat, entrambe di colore verde-azzurro, sono da considerarsi dei validi sostituti della turchese. Solo specifiche analisi chimiche aiutano a distinguere la crisocolla da altri materiali di incrostazione che presentano colori simili, come smithsonite, emimorfite, variscite e la stessa turchese.

Catalogo >>

Schede >>

 

<< Previous Next >> Next >>

Home