Brochantite


Classe Solfati
Sistema cristallino Monoclino
Formula chimica

Cu4 [(OH)6 | SO4]

Durezza 3,5-4
Densità 3,97
Sfaldatura Perfetta
Frattura Da irregolare a concoide
Colore Verde smeraldo, verde scuro
Colore della polvere Verde chiaro
Lucentezza Da vitrea a madreperlacea
Fluorescenza Assente

 

La brochantite è un raro ma importante minerale secondario di rame, così chiamato in ricordo di Andre Jean Francois Marie Brochant de Villiers, un geologo e mineralogista francese, professore all'École de Mines, vissuto tra la fine del Settecento e la prima metà del secolo successivo. Come molte altre specie contenenti il rame, anche questo solfato è caratterizzato da un colore verde brillante intenso, che lo rende abbastanza facilmente riconoscibile.
Le caratteristiche
Chimicamente la brochantite è un solfato idrato di rame, contiene perciò, oltre a questo elemento, il gruppo [SO4] caratteristico dei solfati e sei gruppi ossidrilici (OH). Per quanto riguarda la struttura, presenta gruppi tetraedrici aventi al centro lo zolfo e ai quattro vertici altrettanti atomi di ossigeno. Il minerale cristallizza all'interno del sistema monoclino, in piccoli individui prismatici tozzi o aciculari, perfettamente sfaldabili e con le facce striate; si trova però anche in croste e noduli fibrosi, talora con aspetto feltrato, o granulari, più raramente in masse compatte. Traslucida o trasparente, la brochantite ha un colore che varia dal verde smeraldo brillante fino al verde scuro e una lucentezza da vitrea a madreperlacea; la polvere è verde chiaro. È fragile e ha frattura da irregolare a concoide; si tratta inoltre di una specie pesante (con peso specifico di circa 4) e semidura (3,5-4 della scala di Mohs). La brochantite è molto solubile in soluzioni acquose leggermente acide; in essa la presenza del rame si può evidenziare mediante semplici saggi chimici: la polvere del solfato, portata sulla fiamma grazie a un apposito filo di platino, la colora infatti di un caratteristico verde brillante; inoltre, aggiungendosi dell'ammoniaca, la soluzione del minerale assume tonalità azzurre, reazione tipica del rame.
Origine e giacimenti
La brochantite è una specie tipica della zona di ossidazione dei giacimenti di rame, dove si forma per alterazione di preesistenti minerali cupriferi: è perciò un minerale secondario. È caratteristica dei climi aridi: in quelli umidi, infatti, essendo facilmente solubile in acque debolmente acide, come spesso sono quelle piovane, si scioglierebbe a causa delle abbondanti precipitazioni atmosferiche. La brochantite è perciò presente nelle miniere delle zone desertiche del Cile e degli Stati Uniti (New Mexico e Arizona), dalle quali viene e-stratta in quantità abbondanti. I cristalli più belli del minerale provengono però da Aìn-Barbar (Algeria), da Tsumeb (Namibia) e da Rezbanya (Romania). In Italia questa specie è stata trovata, come rarità, all'isola d'Elba e nelle miniere di Sa Duchessa, Rosas e Funtana Raminosa, in Sardegna.
Gli usi
La brochantite è un importante minerale secondario di rame e come tale viene impiegato ampiamente nel settore industriale.

Catalogo >>

Schede >>

 

<< Previous Next >>Next >>

Home